Vai ai contenuti
 
Purifica la tua stanza con Reiki
 
Col passare del tempo, è possibile che si accumulino energie di bassa frequenza nelle stanze della casa. Soprattutto adesso, con l’obbligo di non uscire o quantomeno di ridurre i contatti con l’esterno, è facile che siano invase dal nostro stesso malessere interiore che proviene dalla costrizione all’isolamento sociale, alla paura del contagio, al dolore per ciò che accade a livello mondiale. Poiché queste energie “patogene” possono rimanere attive anche dopo aver purificato la propria Aura, vi suggerisco alcuni passaggi per riportare un buon equilibrio energetico negli ambienti della vostra casa.
 
1)      Preparate la stanza con i simboli e con tutto ciò che vi accompagna durante le vostre meditazioni. Mettetevi al centro in piedi, seduti nella posizione del loto o in una posizione comoda, che non procuri stress.
Espirate con forza tutta l’aria che avete nei polmoni fino a percepirli vuoti. Visualizzate l’aria che esce come una nuvoletta di colore grigio, pesante e densa che si diffonderà nella stanza, prima di dissolversi nell’Universo.
Inspirate lentamente una nuvoletta bianca, dove l’aria è pulita, trasparente, leggera e fresca. Trattenetela qualche secondo, senza forzare, perché purifichi ogni spazio nei polmoni; quindi espirate e ripetete il punto precedente.
Eseguite la sequenza (espiro/inspiro) 5 volte.
La collocazione centrale nella scala dei numeri da 1 a 9 fa sì che il numero Cinque, come simbolo di un nuovo punto di partenza, rappresenti il veicolo per la ricerca di nuove mete e proprio la sua centralità lo pone in collegamento con l’alto (evoluzione ed elevazione) e il basso (involuzione, discesa e degradazione). Starà a noi, attraverso la consapevolezza della causa e l’intenzione di raggiungere l’obiettivo, far sì che si diriga verso la forma positiva o verso quella negativa.
2)     Rivolgetevi al vostro Sé Superiore, condividendo l’intenzione di purificare la stanza e di ripristinare la tranquillità, la gioia e l’amore.
Il monaco buddista Thich Nhat Hanh afferma che esistono quattro qualità dell’amore, chiamati anche i “Quattro Stati Mentali Incommensurabili”: MAITRI – la bontà amorevole.
1-      L’amorevole gentilezza che ha la capacità di donare felicità e pace.
2-      KARUNA – la compassione. La capacità di dare sollievo e alleviare la sofferenza.
3-      MUDITA – la gioia. L’Amore vero porta sempre gioia a se stessi e agli altri.
4-      UPEKSA – l’inclusività. Non ci sono più barriere: la tua sofferenza è la sua sofferenza, la tua felicità è la sua felicità.
3)     Ascoltate il fluire del Reiki e immaginate che scorra sul pavimento della stanza, sulle pareti, sul soffitto, eliminando ogni negatività e lasciando tutte le superfici che incontra coperte da una luce bianca brillante o dorata. Se lo ritenete opportuno, soffermatevi sulle aree che assorbono più energia e lasciate che continui a fluire. Continuate per alcuni minuti o fino a quando sentite di dover passare al punto successivo.
4)     Dirigetevi fisicamente in ogni angolo della stanza e immaginate di posizionarvi una sfera di energia Reiki. Riportatevi al centro e visualizzate ciascuna sfera mentre emana l’energia fino a riempire tutta la stanza. Quindi, se lo conoscete, tracciate il quarto Simbolo sulla porta e su ogni finestra per proteggerla, oppure i primi tre simboli di Usui.
5)     Ritornate al centro della stanza e mettetevi all’ascolto: potreste ricevere alcuni suggerimenti per inviare dell’energia su qualcosa di particolare. In tal caso, tracciate e inviate il simbolo più adatto alla circostanza.
6)     Raccoglietevi e mettetevi all’ascolto del vostro Sé Superiore, affermando che lo Spirito di Pace ora abita in questa stanza piena di amore e luce.
Completate la sessione con una meditazione.Cercate di essere creativi e di regolare i vari passaggi in modo da adattarli al vostro stile. Inoltre, bruciate un po’ di incenso o altre essenze per migliorare e completare l’effetto del Reiki perché stare in un ambiente energeticamente pulito e accogliente contribuirà a farvi sentire bene.

 
COPYRIGHT BY MASSIMO MEDORO 2021 - ALL RIGHTS RESERVED
Torna ai contenuti