Vai ai contenuti
L’importanza di Choku Rei
 
 
 
È il primo Simbolo insegnato nel Reiki Tradizionale Giapponese di Micao Usui, probabilmente di origine Tibetana, che sembra venisse utilizzato come sigillo negli editti imperiali. Nella lingua giapponese, Chokurei (勅令) significa: decreto, ordine reale.
 
Il suo Yantra (l’aspetto grafico, la forma) descrive l’idea del movimento a spirale dell’Energia che incrocia 7 volte la linea verticale, come a indicare i 7 Chakra principali.
 
Questa spirale simboleggia una forza centripeta (che tende a concentrarsi verso il centro) nel punto in cui si trova il 4° Chakra (Anahata, il Chakra del Cuore).
 
La funzione principale di Choku Rei è proprio quella di richiamare e concentrare l’energia Reiki nel Cuore, aumentandone significativamente il flusso.
 
È universalmente conosciuto come il Simbolo della forza, per il ruolo importante che svolge nelle fasi di preparazione, inizio e chiusura della sessione, perché introduce, potenzia e rafforza gli altri simboli usati, evitando eventuali dispersioni di energia. Inoltre, aumenta l’intensità della circolazione energetica non solo durante le sessioni, ma per l’intera giornata.
 
La comprovata intensità dei suoi effetti e l’immediatezza nel rappresentare il suo Yantra, fanno di Choku Rei il Simbolo più accettato dai praticanti di Reiki, che difficilmente ne abbandonano l’utilizzo.
 
Legate all’uso di questo Simbolo, vi sono anche tecniche meditative estremamente efficaci nel favorire il radicamento.
 
Sentirsi radicati significa essere consapevoli di avere il diritto di esistere, con tutto ciò che necessita per la sopravvivenza, e proiettati verso la realtà e non verso l’alto, dove siamo sopraffatti da illusioni, storie, narrazioni che di continuo la mente ci racconta.
 
Soltanto dopo essersi ben radicati, possiamo iniziare un percorso di crescita spirituale.
 
Choku Rei è utile anche nelle tecniche di stimolazione del Sistema dei Chakra e dei Meridiani energetici, per infondere vitalità e vigore all’organismo e quindi alla nostra energia vitale.
 
 
Alcuni suggerimenti per utilizzare Choku Rei.
 
Spesso viviamo con rassegnazione i nostri malesseri legati a insoddisfazione, stress, ansia, insonnia e nervosismo, come se si trattasse di una conseguenza inevitabile nell’epoca in cui viviamo e che l’unica soluzione possibile sia di abituarsi a conviverci. Purtroppo questa arrendevolezza ha ripercussioni negative nei rapporti affettivi, nelle relazioni sociali e nel rendimento professionale. Inoltre, non ci dobbiamo dimenticare che l’eccesso di stress prolungato nel tempo ha effetti negativi anche sul sistema immunitario ed è la causa scatenante di molteplici malattie.
 
Siamo tutti consapevoli che non esiste una vita senza problemi, ma sapere che ci sono strumenti e conoscenze in grado di aiutarci, dona una forza incredibile per superarli e l’uso quotidiano di un autotrattamento di Reiki potrebbe contribuire a ridurre l’affaticamento fisico e mentale.
 
Ogni giorno.
 
-          Recita il mantra del simbolo.
 
-          Ttraccia Choku Rei sul palmo delle mani, mentre reciti i Cinque Principi di Usui, concentrandoti sull’intenzione di voler avvolgere con la sua Luce ogni cosa che toccherai e ogni persona che incontrerai.
 
-          Se ti senti stressato o ti trovi in situazioni difficili da gestire, concentrati sul palmo delle mani e accogli l’energia del Reiki che ti avvolge per accompagnarti e proteggerti lungo il tuo cammino.
 
-          Metti i palmi delle mani ovunque ritieni che sia necessario equilibrare il flusso del Reiki.
 
Posali su bambini, piante, animali domestici, sui tuoi effetti personali o su quelli delle persone a cui tieni. Posali sul Chakra del Cuore e su qualsiasi altra parte del corpo, lasciandoti guidare dall’istinto.
 
-          Immagina di accarezzare con i palmi delle mani il cibo e l’acqua e ringrazia l’Universo per l’abbondanza che ti ha dato.
 
-          Durante la giornata, approfitta dei momenti di pausa per concentrarti su di te, tracciando Choku Rei su entrambi i palmi delle mani, con l’intenzione di trattenere per tutto il giorno la sua energia.
 
-          Infine, prima di addormentarti, appoggia i palmi delle mani sul cuscino con l’intenzione di impregnarlo di Reiki e lasciati accompagnare da un buon sonno.
 
La Luce di Ajna, il sesto Chakra
 
La Luce di Ajna (Terzo Occhio), è una Luce spirituale che ti aiuta a ritrovare la vera dimensione per guardare alla realtà con più equilibrio e tranquillità e per ripristinare l’armonia tra corpo, mente e spirito: l’obiettivo più elevato di ogni essere umano.
 
Grazie a questa Luce di vera e propria guarigione interiore, otterrai un graduale riallineamento che ti aiuterà a trovare la serenità dell’Anima e a scoprire i benefici di vivere in pace e armonia.
 
-          Dopo aver creato il tuo Spazio Sacro, inizia a visualizzare Choku Rei immerso in un raggio di Reiki che esce da Ajna e ti avvolge con la sua Luce indaco, simbolo di spiritualità e risveglio interiore.
 
È il colore dell’intuito che sostiene l’attività meditativa e della riflessione profonda.
 
-          Posa le mani sopra l’ombelico sul plesso solare dove c’è Manipura, il terzo Chakra, la sede dell’instabilità delle emozioni. È connesso con la realizzazione dei propri desideri, sovrintende il controllo e l’accettazione.
 
-          Durante il tragitto, il raggio indaco si trasforma nel color oro, la Luce della Spirito, che entra nel Chakra Manipura e vi si accumula, formando una sfera di energia dorata che diventa sempre più grande, fino a riempire tutto il tuo corpo.
 
La sua Luce radiante, capace di trasmettere calore, movimento e forza, acquieta i malumori e gli stati depressivi anche passeggeri.
 
-          Immagina che questa Luce illumini la persona, il luogo, l’obiettivo, la situazione o l’oggetto che vorrai “guarire”.
 
-          Lascia che l’energia continui a fluire liberamente, fino a quando percepirai che sta diminuendo di intensità, per poi fermarsi da sola.
 
-          Per chiudere, traccia Choku Rei e ringrazia le tue guide spirituali che ti hanno assistito durante questa esperienza.
 
Questa meditazione è particolarmente utile anche in situazioni che coinvolgono il corpo fisico.
 
Una ricarica veloce con il Coku Rei
 
Se ti senti particolarmente stanco e hai poco tempo per dedicarti al recupero di energia fisica o mentale, cerca un luogo tranquillo, prendi la tua posizione ideale per rilassarti o per meditare (in piedi, seduto su una sedia, sdraiato).
 
-          Chiudi gli occhi e fai alcuni respiri profondi.
 
-          Visualizza sopra di te un’enorme sfera luminosa (scegli tu il colore della sua Luce) dalla quale scendono a pioggia numerosi Choku Rei che ti avvolgono.
 
-          Cerca di percepire il tepore dell’energia che emanano e assorbila per pochi minuti, inspirando con il naso la loro energia ed espirando con forza, attraverso la bocca, le emozioni negative raccolte.
 
In questo modo, potrai sentire che tutto il tuo corpo si sta rivitalizzando.
 
-          Ringrazia l’Universo con un pensiero positivo, traccia Choku Rei per terminare e riprendi la tua attività.
COPYRIGHT BY MASSIMO MEDORO 2021 - ALL RIGHTS RESERVED
Torna ai contenuti