L’Analisi Archetipale

 

 

È  un concetto che dà una diversa impostazione al modo tradizionale di vivere e di curarsi, ponendosi come obiettivo il rendersi consapevole dell’esperienza individuale e delle sofferenze che ne derivano.

A tal fine l’Analisi Archetipale associa questa presa di coscienza alla storia familiare e collettiva, dando senso alle esperienze vissute. Lo scopo è di favorire la liberazione delle memorie cellulari e della massa emozionale  dai conflitti che soffocano i nostri corpi, sia quello fisico che quelli sottili.

 

L’Analisi Archetipale riconosce, attraverso esperienze individuali, gli archetipi sui quali si agisce. L’archetipo è considerato come un insieme di esperienze dello stesso tipo vissute nel tempo dall’individuo, dalla famiglia o anche dalla collettività. Queste esperienze, che derivano da un insieme di azioni positive e negative, danno vita e nutrono l’archetipo corrispondente, alimentando e facendo prevalere la sua polarità: quella in luce o quella in ombra.

Sarà proprio la ricerca della parte in ombra a fornire gli strumenti che, liberando il corpo mentale da fissazioni e condizionamenti, ad agevolare quell’intuizione che saprà dare significato a ciò che ci riguarda intimamente.

Con questa tecnica, si intraprende un percorso che parte da una situazione o da uno stato d’animo che vincolano la propria evoluzione, fino a stimolare l’idea della possibilità di dare un contributo personale al proprio benessere e, di conseguenza, a quello della collettività.

Così l’individuo, comprendendo il senso delle sue esperienze, riesce a collegarle a un archetipo e, quindi, a mettere in atto con responsabilità e partecipazione un percorso che lo liberi dalla polarità negativa.

 

Per meglio comprendere questo concetto, l’analisi Archetipale identifica 22 archetipi di riferimento: 11 di percorso o di azione e 11 di stato visti come conseguenza dei precedenti. Ne propone una classificazione, ne spiega il funzionamento e ne determina le caratteristiche.

Lo scopo è di ridare equilibrio agli archetipi con lucidità, compassione e dinamismo, qualità necessarie per intraprende il proprio percorso associandolo all’evoluzione della coscienza universale.

È allo stesso tempo un percorso di crescita personale di alto livello ed un approccio terapeutico umanistico.

Un’Arte libera dai dogmi, la cui evoluzione è basata sulla compassione, la responsabilità ed il rispetto, qualità che aprono la via alla libertà di pensiero, alla consapevolezza delle proprie azioni e alla possibilità di liberarci dai conflitti che condizionano la nostra esistenza.

 

L’identificazione di un archetipo aiuta a verticalizzare le esperienze vissute nell’orizzontalità, quindi in un contesto spazio-temporale, dando loro un senso che si proietti oltre il vissuto, in una considerazione globale, familiare e collettiva.

Questa dinamica di verticalizzazione consente al cuore di unirsi allo spirito, liberando la sofferenza e  trasmutandola nella libertà di essere vissuta o di essere cancellata.

Siamo oltre il giudizio, oltre qualsiasi concetto di separazione, dove non c’è nulla di giusto e nulla di sbagliato nella scelta che farete. In ogni caso, lasciate che l’intuizione vi guidi senza alcun condizionamento.